CHIAREZZA SUL TRASPORTO DELLE ARMI
Cosa dice la Legge



Circolare 559/C-3159-10100(1) del 14 febbraio 1998 (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 48 del 27 febbraio 1998),
Premesso che il trasporto di un'arma ne concretizza il trasferimento da un luogo ad un altro "come oggetto inerte e non suscettibile d'uso", in assenza quindi della pronta disponibilità che caratterizza il porto, al fine di definire un indirizzo univoco su di un argomento che riveste interesse generale, si forniscono i seguenti chiarimenti.
a) I titolari di licenza di porto d'armi di cui all'art. 42 TULPS (porto di arma corta per difesa personale, porto di bastone animato e porto d'armi lunghe da fuoco, ivi comprese quelle a canna rigata) possono:
- portare il tipo o i tipi d'armi indicati nell'autorizzazione,
- trasportare (fino a 6 armi in totale per ogni autoveicolo o altro mezzo di trasporto) e acquistare tutte le armi comuni da sparo e munizioni.
Si rammenta che i titolari di porto di pistola o rivoltella per difesa personale sono legittimati al porto anche contemporaneo delle armi corte detenute in forza della sola denuncia, sino al numero massimo (tre) previsto dal 6° comma dell'art. 10 della L. 110/1975, così come modificato dall'art. 4 L. 21 febbraio 1990 n. 36.

b) I titolari di licenza di porto d'armi per Tiro a Volo di cui alla legge 323/69 , possono:
- trasportare (fino a 6 armi in totale per ogni autoveicolo o altro mezzo di trasporto) e acquistare le armi da sparo, polvere da sparo per ricarica e munizioni.


c) I titolari di licenza di porto d'armi Uso caccia possono, a condizione che il Porto d'Armi sia in validita e con la tassa Governativa pagata per l'anno in corso.:
1) trasportare fino a 6 armi in totale per ogni autoveicolo o altro mezzo di trasporto e acquistare le armi da sparo, polvere da sparo per ricarica e munizioni;
2) portare più di un'arma durante l'esercizio dell'attività venatoria i fucili a canna liscia non devono essere superiori al calibro 12, se si tratta di semiautomatici devono avere il serbatoio ridotto a due colpi e carabine a canna rigata contenenti non più di due colpi ( tranne per la caccia al cinghiale che possono contenere fino a 5 colpi); possono portare anche a corredo un coltello a lama fissa o serramanico.
Durante l'attività venatoria i cacciatori non possono portare armi corte di nessun tipo e calibro.
L'uso delle armi EX ordinanza considerate in Europa B6 in Italia C6 è subordinato anche in questo caso al contenimento di non più di 2 colpi, tranne che per la caccia al cinghiale ove la legge prevede la possibilità di 5 colpi nel caricatore.


ATTENZIONE: possono esserci limitazioni o regole diverse nelle Questure delle varie Regioni italiane per motivi particolari di sicurezza pubblica; pertanto è meglio informarsi presso la Questura di appartenenza per non incorrere in illeciti.



Per TRASPORTO si intende trasportare le armi da un luogo all'altro e non deve esserci la possibilità dell'immediato uso delle stesse, cioè vanno racchiuse in valigetta (pistole) o custodia (fucili), scariche e con le munizioni separate dalle armi stesse.
Non è necessario mettere le armi nel portabagagli in quanto le auto dette "monovolume" ne sono prive; basta osservare diligentemente quanto previsto dalla Legge.
Se in possesso di un qualsiasi Porto d'Armi in corso di validità le armi possono essere trasportate senza vincoli di orario o di percorso su tutto il territorio nazionale.
Per quanto riguarda il trasporto fuori dal territorio Nazionale occorre la Carta Europea


TRASPORTO: se in possesso del Porto d'Armi in corso di validità, sia per uso sportivo, per uso caccia o personale, le armi possono essere TRASPORTATE nel numero massimo di 6 armi per autoveicolo o altro mezzo di trasporto su tutto il territorio nazionale, sia per recarsi ai poligoni nazionali o privati sia per recarsi in armeria per manutenzione, l'acquisto, la vendita o trasferirle momentaneamente in altro luogo (esempio casa di campagna), in poche parole ove vi è un giustificato motivo.

TRASPORTO SU MEZZI PUBBLICI: si possono trasportare le armi sui mezzi PUBBLICI come, treni, autobus, metropolitane, taxi, battelli, funicolari, funivie ecc.).
La normativa dice semplicemente che le armi trasportate non devono essere di pronto e facile uso..

Un consiglio utile
Per evitare problemi con eventuali passeggeri contrari alla caccia o con fobia delle armi un consiglio utile è quello di mettere la pistola nella valigetta (magari chiusa con lucchetto) e la stessa in uno zainetto; se si tratta di un fucile oltre che nel suo fodero mettere lo stesso anche in una custodia per canne da pesca con magari il logo di qualche società di pesca; naturalmente le armi vanno scariche e le eventuali munizioni separate; (occhio non vede cuore non duole).
Oltretutto sarebbe garantita maggiormete la non facile disponibilità dell'arma come la legge impone.

ATTENZIONE: sui mezzi pubblici le armi vanno tenute presso il proprietario dell'arma stessa, munito di Porto d'Armi e NON vanno custodite nei vani portabagagli vari.
Se si tratta di autobus in gita privata (es. battuta di caccia o gare di tiro), nel caso di fermate per necessità di ristoro, si ricorda che la Legge non consente l'abbandono di armi su veicoli di nessun genere, se non presidiate da una o più persone in possesso di regolare Porto d'Armi.

Detenzione di armi e munizioni nella Residenza o nel Domicilio:
Le armi e le munizioni devono essere detenute nel luogo indicato in denuncia (che non per forza è il luogo di residenza).
ESEMPIO: se una persona ha la residenza a Torino, ma per motivi di lavoro o altro è domiciliato a Roma in modo stabile e duraturo, può detenere le armi a Roma, ma deve procedere a una nuova denuncia delle stesse, sulla quale sarà segnato come domicilio l'indirizzo di Roma; se ritornerà definitivamente nella residenza di Torino, dovrà procedere a fare una nuova denuncia sulla quale sarà segnata come residenza l'indirizzo di Torino.
Nel caso di trasferimento momentaneo, se in possesso del Porto d'Armi in corso di validità, le armi possono essere trasferite nella casa di vacanze o albergo o pensione, senza dover procedere a nuova denuncia, in quanto non si è domiciliati, ma si è solamente in trasferimento momentaneo, esempio per ferie; si ricorda però che in ogni caso dette armi e munizioni vanno conservate con le stesse modalità riguardanti la sicurezza che si adottano nel luogo di residenza o domicilio, in modo che non possano essere alla portata di terze persone.
ATTENZIONE: nel caso si soggiorni in alberghi, B&B, ecc. informarsi prima se vi è la possibilità di una cassaforte o armadi blindati per la custodia delle armi; nel caso non ci fossero queste premesse le armi NON possono essere abbandonate nelle camere durante l'assenza del possessore; in ogni caso vanno tenute scariche, nel fodero e le eventuali munizioni separate in valigetta metallica con chiusura a chiave.


ATTENZIONE:
se avete il Porto d'Armi uso caccia e volete recarvi all'estero con le armi per una battuta di caccia o per fare gare ricordate che il vostro Porto d'Armi è valido solo se pagata la Tassa di Concessione Governativa.
Il problema non è tanto nel paese estero in cui andate, ma al controllo italiano che sia esso alla frontiera, al porto o all'aeroporto, se la tassa non risulta pagata vi verrebbero sequestrate le armi e incorrerete senza dubbio nella sanzione, oltre a dover rinunciare al viaggio o magari ancora peggio, si potrebbe anche ipotizzare l'esportazione illegale di armi.
Non date retta alle polemiche inutili presenti sul web che alcuni fanno su questa tassa dicendo che non è dovuta; se viaggiate in regola potete stare tranquilli e godervi la vacanza.



TRASPORTO AEREO
Per quanto riguarda il trasporto aereo, informarsi presso le Compagnie Aeree; molte non permettono il trasporto di armi, comunque è rischioso perché in ogni caso è considerato bagaglio al seguito, quindi viaggia nella stiva con il rischio di possibili furti o smarrimenti, pertanto non è consigliato.
Non è consentito trasportare sugli aerei munizioni o esplosivi di nessun genere.

Se avete proprio l'intenzione di trasportare le vostre armi in aereo, prima date un'occhiata a questo filmato che mostra come vengono trattati i vostri bagagli per esempio all'aereoporto di Orio al Serio e poi decidete se ne vale la pena.





TRASPORTO NAVALE
Per quanto riguarda il trasporto sulle navi dipende dalla Compagnia di Bandiera se permettono il trasporto delle armi , poi è il Comandante che deve prendere in consegna le armi e provvedere alla custodia delle stesse in cassaforte; saranno riconsegnate al titolare solo allo sbarco.







Nel Mirino non aderisce a campagne pubblicitarie e non ha alcun interesse a far comparire sul tuo browser banner pubblicitari e pop-up automatici; se ne vedi, sappi che non è per nostra volontà.
Blocca la pubblicità sul tuo browser
Non sai come eliminare qualsiasi pubblicità automatica dal tuo browser? Scoprilo cliccando sul lucchetto.




                                                                                                      Sito aggiornato a