SPARO IN LUOGO PUBBLICO

Cosa dice la Legge
E' legittimato lo sparo in luogo pubblico da parte delle forze dell'ordine che si trovino nelle condizioni di evitare la commissione di un reato grave per cui è previsto l'arresto obbligatorio; in base a questo possono sparare nel caso una persona non si fermi a un posto di blocco o tenti la fuga dopo aver commesso un omicidio o sia fortemente sospettato di aver commesso un grave reato.
Possono sparare anche nel caso debbano difendere principalmente se stessi e altre persone.


NON è consentito lo sparo in luogo pubblico alle persone civili.



Cosa si intende per luogo pubblico dove è vietato sparare

Per luogo pubblico si intente una pubblica via, una piazza, una ferrovia o un locale di qualsiasi genere, insomma tutti quei luoghi ai quali chiunque ha libero accesso.

Attenzione
Sono considerati luoghi pubblici i condomini, i palazzi e le loro adiacenze.

Pertanto possiamo dire che nei luoghi pubblici (strade, piazze, esercizi pubblici, giardini pubblici, aree sportive ecc.) è vietato esplodere colpi d'arma da fuoco, cioè sparare sia con munizioni a palla, che con cartucce a carica frazionata (pallini da caccia), è anche vietato l'uso delle riproduzioni ad avancarica di libera vendita, sia si tratti di pistole, di fucili, cannoncini, tutte le armi ad aria compressa anche se di libera vendita, sono compresi anche archi e balestre.
Inutile parlare dei botti di capodanno, nessuno si redime, tutti rischiano, qualcuno muore in nome di una tradizione alquanto stupida.
Per quanto riguarda i botti di capodanno il Sindaco può vietarne l'uso nei luoghi pubblici.

Autorizzazioni e divieti particolari
Nelle manifestazioni storiche, possono essere concesse armi bianche medioevali, balestre e archi storici; con la condizione che se eventualmente usati vi siano le condizioni di rispetto per quanto riguarda la totale sicurezza pubblica e venga richiesta a priori l'autorizzazione del Sindaco e il benestare con relativo controllo da parte degli Agenti di P.S.
Attenzione: I fucili o pistole ad avancarica anche se di libera vendita (se non trattasi di semplici simulacri disattivati), NON devono essere permesse nelle manifestazioni storiche perché non sono considerate armi sceniche anche se caricate solamente a salve, esse sono a tutti gli effetti ARMI da FUOCO, aventi per ovvi motivi la canna completamente libera; in ogni caso non corrispondono alle normative richieste per le armi sceniche; avendo in passato causato gravi incidenti.
Vedi notizie più approfondite riguardanti queste armi cliccando QUI.


Dove è consentito sparare

Non sono considerati luoghi pubblici i boschi e le campagne, in quanto se lo fossero sarebbe anche vietata la caccia; vi sono distanze dalle case, strade, ferrovie ecc. da osservare come stabilisce il regolamento sulla caccia, ma tutto finisce li.
Non sono neanche vietati gli spari nei luoghi privati (case singole, fattorie ecc.), purchè vi siano tutte le garanzie necessarie che escludano in maniera totale la fuoriuscita di proiettili in altre proprietà o strade ecc.
Esempio: uno sparo diretto verso una catasta di legna fatto entro la proprietà, dove non ci possa essere la possibilità anche minima di un rimbalzo pericoloso e di finire in luogo pubblico, non può essere considerato pericoloso perché effettuato in totale sicurezza.

Per la caccia o sport tiro a volo o a segno

La Legge prevede che la distanza per lo sparo dai luoghi pubblici citati sia il doppio della portata totale dell'arma (palla persa); pertanto se si tratta di un normale fucile da caccia a canna liscia a pallini sono sufficenti 200 metri, mentre per una carabina a canna rigata, o a canna liscia con cartuccia a palla asciutta (brenneke) per caccia agli ungulati la faccenda si complica perchè la gittata massima con alzo a 45° si estende a circa 1500 metri o più per le carabine a canna rigata, perciò la distanza di sicurezza si aggira non meno di 3000 - 3500 metri, e a 500 metri per i fucili a canna liscia caricati a palla asciutta.
Pertanto il bersaglio (animale o sagoma) deve trovarsi in posizione sicura per lo sparo, alle spalle del quale ci deve essere un terrapieno o roccia in grado di fermare il proiettile, MAI SPARARE a un bersaglio situato su un dosso, perchè la palla superato il bersaglio potrebbe colpire a distanza una persona o altro, in quanto è occlusa la vista al tiratore dal dosso stesso.





Nel Mirino non aderisce a campagne pubblicitarie e non ha alcun interesse a far comparire sul tuo browser banner pubblicitari e pop-up automatici; se ne vedi, sappi che non è per nostra volontà.
Blocca la pubblicità sul tuo browser
Non sai come eliminare qualsiasi pubblicità automatica dal tuo browser? Scoprilo cliccando sul lucchetto.




PAGINE UTILI IN QUESTO SITO

ARMI AD ARIA COMPRESSA
DI LIBERA VENDITA


ARMI AD AVANCARICA
DI LIBERA VENDITA


DENUNCIA ARMI BIANCHE

                                                                                                      Sito aggiornato a