ARMI AD AVANCARICA E RETROCARICA
Antiche, Artistiche e Rare
(con Porto d'Armi o Nullaosta)



armi ad avancarica antiche, artistiche e rare

Queste armi non sono presenti nel nuovo Catalogo Nazionale delle Armi da Fuoco, pertanto è difficile la loro Classificazione; è pertanto necessario chiedere presso le Questure o direttamente al B.N.P. di Gardone Val Trompia con che criterio è stabilita la loro catalogazione.

Ai sensi dell'attuale legislazione è necessario il Porto d'Armi (uso Sportivo, uso Caccia, uso Difesa Personale) oppure il Nullaosta per acquistare e detenere:
  1. tutte le armi da fuoco con caricamento ad avancarica ad uno o più colpi di modello anteriore al 1890, anche se costruite dopo tale data, come stabilito dal D.M. 14 aprile 1982 - art. 4;

  2. tutte le armi da fuoco a retrocarica di qualsiasi tipologia, di modello anteriore al 1890, anche se costruite dopo tale data, come stabilito dal D.M. 14 aprile 1982 - art. 4.
Le armi sopra menzionate rientrano nella categoria "Antiche, Artistiche, Rare".
Per fare un esempio, un revolver modello 1889 , anche se costruito nel 1920 è un'arma che rientra nella categoria sopra citata.

Se ne possono detenere un massimo di 8 esemplari e si deve farne denuncia di possesso ai sensi dell'art. 38 T.U.L.P.S. all'ufficio di P.S. o presso la Stazione dei Carabinieri.

Chi desidera poterne detenere in numero superiore deve presentare richiesta per ottenere la Licenza per Collezione.

Misure antifurto aggiuntive per i collezionisti
Per i collezionisti di armi Antiche, Artistiche o Rare la Legge stabilisce che si devono adottare e mantenere efficienti difese antifurto secondo le modalità prescritte dalla autorità di Pubblica Sicurezza.
Infatti oltre all'obbligo generale della diligente custodia, il collezionista ha anche quello di adottare determinate precauzioni che sarà la stessa autorità di P.S. a stabilire.



Se le armi Antiche, Artistiche e Rare sono inservibili o state disattivate cioè rese inservibili e sono accompagnate da regolare documento che lo certifica, non si ha l'obbligo di denuncia e non vi è limitazione nel numero detenibile.

Qualora sulle armi di cui al punto 1 e punto 2 non sia stampigliato l'anno del modello e se non bastano le caratteristiche della stessa arma per definirlo, gli organi di P.S. provvederanno ad informare il Questore, il quale chiederà consulenza alla Sovrintendenza ai Beni Culturali per l'accertamento.





Colt mod. Dragoon 1848



Colt mod. Navy 1851



Galoise mod. mitrailler 1860



Colt mod. 1874



Colt mod. Navy 1861



Antico moschetto



Fucile di fabbricazione anteriore al 1700



Enfield Snider mod. 1869









Nel Mirino non aderisce a campagne pubblicitarie e non ha alcun interesse a far comparire sul tuo browser banner pubblicitari e pop-up automatici; se ne vedi, sappi che non è per nostra volontà.
Blocca la pubblicità sul tuo browser
Non sai come eliminare qualsiasi pubblicità automatica dal tuo browser? Scoprilo cliccando sul lucchetto.




PAGINE UTILI IN QUESTO SITO

DISATTIVAZIONE DELLE ARMI



Detenzione di queste armi
in numero superiore a 8


Chi desidera poter detenere un numero di armi antiche, artistiche e rare superiore al limite massimo di 8 previsto dalla legge, deve munirsi della Licenza per Collezione d'Armi.



Cessione a terzi

Qui si può scaricare il MODULO di cessione a terzi da presentare in Questura o presso la Stazione dei Carabinieri di zona.
Lo stesso modulo è già presente presso le Questure o le Stazioni dei Carabinieri.
Sia il compratore che il venditore devono essere presenti all'atto di cessione presso gli uffici suddetti e le firme devono essere poste in presenza di un funzionario dopo la presentazione del porto d'armi o del nullaosta.



Deringer o Derringer?

Henry Deringer (Easton 1786-Philadelphia 1868) era un armaiolo americano.
Nel 1806 fondò la ditta "Deringer Armory", la cui fama è legata alla produzione di piccole pistole da tasca ad avancarica, note come "deringer", la più famosa delle quali fu il modello "Philadelphia".
Aveva una gittata di 3-5 metri e portava un solo colpo cal.40.
All'epoca costava fra i 15 e i 25 dollari a coppia.
Si vendeva in coppia per compensare il fatto che l'arma era molto lenta da caricare e poco efficace; chi ne aveva la possibilità ne portava addosso due, entrambe cariche e pronte a sparare.
Era un'arma pensata per essere utilizzata dalle donne, in quanto le piccole dimensioni ne consentivano l'occultamento nella giarrettiera, negli indumenti o nelle borsette, ma fu adottata anche da uomini d'affari, giocatori d'azzardo e assassini.
Divenne tristemente famosa nel 1865, quando John Wilkes Booth la utilizzò per assassinare il presidente Abraham Lincoln.
E' stata prodotta dal 1852 al 1868 in 15000 esemplari.

Deringer non ha mai costruito armi a retrocarica.

Visto il successo della Deringer originale, alcuni armaioli pensarono di costruire piccolissime pistole, però a retrocarica spesso dotate di due canne e di approfittare della fama delle originali "Deringer", ma per ovvie ragioni legali non potendo usare questa denominazione, vi aggiunsero una "R".
Nacquero così le "Derringer".
Questa denominazione fu utilizzato da molte fabbriche di armi, anche famose, come Colt e Remington, per identificare le proprie pistole tascabili, a due canne sovrapposte, generalmente caricabili inclinando le canne verso l'alto.




Deringer mod. Philadelphia ad avancarica



Remington Derringer a retrocarica mod. 1866




                                                                                                      Sito aggiornato a