NUOVE NORME SUI CARICATORI
Decreto Legislativo 29 settembre 2013, n. 121
Cosa dice la Legge




"Disposizioni integrative e correttive del Decreto Legislativo 26 ottobre 2010, n. 204, concernente l'attuazione della direttiva 2008/51/CE, che modifica la direttiva 91/477/CEE relativa al controllo dell'acquisizione e della detenzione di armi.







L'Articolo 2 prevede nuove norme riguardo al numero di colpi contenuti nei caricatori o nei serbatoi.
Il Decreto è entrato in vigore il 5 novembre 2013.


ATTENZIONE:
Le disposizioni delle modifiche al Testo Unico di Pubblica Sicurezza, che prevederanno l'obbligo di denuncia alle autorità dei caricatori delle armi, lunghe a canna rigata e corte, aventi capienza di colpi superiore a 5 e 15).
La violazione dell'obbligo di denuncia dei caricatori supplementari con capienza superiore a 5 colpi per carabine a canna rigata e a 15 colpi per pistola, sarà punita con l'arresto fino a due mesi oppure con l'ammenda fino ad Euro 571.



Pertanto: i caricatori in dotazione all'arma, o quelli eventualmente acquistati se non superano i 5 colpi per carabine a canna rigata e i 15 colpi per le pistole, NON vanno denunciati.
Con le nuove Norme vanno DENUNCIATI solo quelli già in possesso che possono contenere più di 5 cartucce per carabine a canna rigata e più di 15 cartucce per pistola.
La loro denuncia presso la Questura o al Comando dei Carabinieri di zona deve essere fatta spontaneamente; tale correzione deve figurare sullo stesso fogio della denuncia delle armi e a quale arma si riferiscono.
Va ricordato inoltre che le armi corte o lunghe a canna rigata con caricatori contenenti più colpi di quelli consentiti dalle attuali disposizioni NON possono essere vendute a nessun titolo se non prima modificate per quanto riguarda il numero di colpi contenuti nei loro caricatori.


Le piastrine dei fucili ex ordinanza (es. Carcano 91) non vanno denunciate perché non sono né caricatori né serbatoi, ma semplici contenitori che non possiedono molle o altri congegni di elevazione o caricamento e non aumentano in nessun modo la continuità del volume di fuoco immediata, e sono usate solamente in armi a caricamento manuale e non semiautomatiche.



A confermare questo è il fatto che per poter vendere o acquistare questo tipo di arma/armi è necessario non modificare le piastrine, ma va modificata l'arma nel suo organo di elevazione in modo che la piastrina non possa contenere più di 5 colpi.
Per fare ciò ad esempio nel caso del Carcano 91, si salda in modo inamovibile sotto alla leva di elevazione (presente nel fucile) in prossimità del suo fulcro uno spessore dello stesso diametro di una cartuccia; in questo modo si rende impossibile il caricamento di più di 5 colpi nella piastrina; l'arma così modificata rispetta le nuove normative e può essere venduta o acquistata.

Se non viene modificata l'arma e la stessa è stata acquistata prima del 5/09 2013 chi ne è in possesso la può detenere regolarmente, ma non può più venderla a nessun titolo, a garanzia di questo è la data in cui larma è stata acquisita e denunciata.

Va sempre ricordato che essendo tutte le armi EX ordinanza e perciò catalogate B7 per l'Europa e C7 per l'Italia neanche se modificate non possono essere usate per scopo venatorio



Le disposizioni in merito sono le seguenti:

  • Per le armi corte semiautomatiche: caricatore massimo da 15 colpi.
  • Per tutte le armi lunghe a canna rigata, comprese le carabine calibro 22 LR: il caricatore o il serbatoio deve contenere massimo 5 colpi più quello in canna.
  • Per le armi lunghe a canna liscia sia semiautomatiche che a caricamento manuale: il caricatore o il serbatoio può contenere anche a più di 5 cartucce; se non usati per la caccia (limitato già per regolamento a 2 colpi più quello in canna).
  • Le armi sportive possono avere il caricatore di capacità maggiore, se tali caratteristiche sono previste dalla disciplina sportiva in cui vengono usate e con l'autorizzazione della Questura; si può intendere (dato che si parla di disciplina che tali caricatori maggiorati si possono usare solamente nelle discipline agonistiche, ma non nello sport ludico altrimenti non avrebbe senso; ma naturalmente vanno denunciati.


All'Articolo 6 si stabiliscono norme per i caricatori delle armi già detenute prima del 5 novembre 2013: esse possono mantenere i caricatori con il numero di munizioni previste prima dell'entrata in vigore del Decreto Legislativo di cui sopra, ma vanno denunciati i caricatori già in dotazione all'arma se questi superano i 5 colpi per carabine a canna rigata e i 15 colpi per le pistole.

Queste armi potranno essere cedute a terzi a qualunque titolo solamente entro il termine tassativo di 24 mesi dalla data di entrata in vigore del Decreto stesso (in pratica entro il 5 novembre 2015); dopo per la loro vendita a qualunque titolo dovranno essere modificati i caricatori o i serbatoi nel rispetto del Decreto.

ATTENZIONE:
Nel decreto si specifica solo la vendita a qualunque titolo, non si specifica se l'eredità di queste armi comporta la loro modifica, o possono rimanere tali.
Pertanto eventuali informazioni si dovranno chiedere presso le varie Questure.





Nel Mirino non aderisce a campagne pubblicitarie e non ha alcun interesse a far comparire sul tuo browser banner pubblicitari e pop-up automatici; se ne vedi, sappi che non è per nostra volontà.
Blocca la pubblicità sul tuo browser
Non sai come eliminare qualsiasi pubblicità automatica dal tuo browser? Scoprilo cliccando sul lucchetto.




                                                                                                      Sito aggiornato a